Cos’è lo Xilitolo

Lo xilitolo fa parte di una particolare famiglia: quella dei polialcoli. Si tratta di sostanze cosiddette “non cariogene”, e cioè non generatrici di carie: non essendo fermentate dai batteri del cavo orale, non contribuiscono a formare gli acidi che corrodono lo smalto.

cheving gum allo xilitolo

xilitolo e cheving gum

Come si forma la carie

Come è risaputo, sono i batteri a determinare la formazione della placca sui denti. Tra tutti, uno in particolare è più responsabile di altri: lo Streptococcus mutans. È un organismo che si nutre di glucosio, il composto organico più diffuso in natura. L’elenco di alimenti in cui è presente è sterminato, sicché lo Streptococcus ha occasioni infinite di cibarsene. Quel che però il batterio non riesce a fare è nutrirsi di xilitolo; quando c’è quest’ultimo, insomma, non prolifera.

cheving gum

cheving gum allo xilitolo

Ricerca dell’Università statale di Milano

Una ricerca condotta da un team di odontoiatri dell’università Statale di Milano, presentata a Oslo (Norvegia) nel 2017 nell’ambito di un congresso dell’Orca (European Organisation for Caries Research (Orca), ha confermato che l’azione dello xilitolo pesa per il 30% nell’attività preventiva.

Cheving gum per amico

Come abbiamo visto l’azione dello xilitolo è importante per l’igiene orale, soprattutto quando siamo fuori casa e non possiamo lavare i denti. È infatti importante sottolineare che lo xilitolo non sostituisce assolutamente il ruolo dello spazzolino. Lavarsi i denti è estremamente importante anzi fondamentale, per avere una bocca sana e in ordine. Ma quando non è possibile, adesso sappiamo di avere un amico in più!

Dr. Trinchieri Stefano