L’estrazione dentale è una procedura chirurgica che prevede la rimozione di un dente dall’osso che lo sostiene.

L’estrazione (o avulsione) dentale è una procedura chirurgica che prevede la rimozione di un dente dall’alveolo, la naturale cavità ossea mandibolare/mascellare in cui alberga. Un dente viene sottoposto ad un’estrazione quando la permanenza nella sua sede naturale creerebbe un danno maggiore. Ricordiamo che un dente viene estratto esclusivamente quando reso necessario, ed a condizione che non può essere salvato o trattato mediante altri metodi conservativi. Discorso differente, invece, per i denti del giudizio. Questi infatti,  ad eccezione degli altri denti possono essere estratti anche in assenza di patologie od infezioni dentali in atto, dunque a fini preventivi per evitare possibili disturbi futuri

estrazione

Gli strumenti del dentista

null

Le mani del chirurgo

Il dentista si avvale ai giorni d’oggi di strumenti all’avanguardia che permettono esami mirati ed operazioni in estrema sicurezza. Ma lo strumento fondamentale restano sempre le mani e l’esperienza di chi le possiede.