Una visita di controllo va programmata minimo una volta l’anno, anche se la regola prevede un controllo ogni sei mesi.

La visita deve essere periodica per la prevenzione. Per esempio, per l’igiene, i nostri pazienti, vengono richiamati ogni sei mesi. Quindi con questa frequenza vengono visitati e controllati attentamente.

Andare dal dentista spaventa ancora molte persone: a parte la paura del dolore, o quella dell’ago , le cure prevedono anche un impegno economico. Però nel nostro studio quasi tutti i pazienti sono tranquilli e tornano ai controlli con una certa serenità. Per gli “agofobici” utilizziamo la sedazione cosciente con il protossido d’azoto (vedi il capitolo dedicato).

L’appuntamento regolare, anche in assenza di sintomi o di infiammazioni chiare, evita per esempio che la carie arrivi a intaccare le parti vive del dente, danneggiandolo così in modo irreversibile. Ciò incide ancora più negativamente sulla salute del paziente e sul suo portafogli.

visita periodica dentista