DNA : Acido Desossi ribonucleico

Da quando Oswald Avery scopre che i geni sono fatti di acido desossiribonucleico cioè di DNA, sono passati solo 80 anni. Eppure questo piccolo passo si è rivelato il più grande salto dell’umanità verso la conoscenza dei segreti del DNA.
Il DNA è la macromolecola biologica che contiene tutte le informazioni necessarie al corretto sviluppo e adeguato funzionamento delle cellule di un organismo vivente.
Il DNA è la sede dei geni. I geni sono le sequenze di nucleotidi, e nei geni di ciascuno di noi, vi è “scritto” parte di ciò che siamo e che diventeremo.
Prima di lui nel 1865 Johann Gregor Mendel scopre le leggi dell’ereditarietà. Quaranta anni dopo Walter Stanford Sutton ipotizza che l’ informazione
ereditaria sia contenuta nei cromosomi, scoperti 20 anni prima. Infine nel 1907 Thomas Hunt Morgan scopre che i cromosomi sono sequenze di informazioni genetiche

Watson e Crick e la storica scoperta

Nel 1953 James Watson e Francis Crick scoprono la struttura del Dna. Otto anni dopo Francois Jacob e Jacques Monod scoprono che l’ Rna – messaggero copia il Dna e permette la produzione delle proteine. Passano solo 10 anni e nasce il primo brevetto per la tecnica del Dna ricombinante, che modifica il Dna di un organismo inserendo in esso frammenti di Dna appartenenti ad un altro organismo. Nel 1975 negli Usa nasce la prima azienda biotecnologica. 1976: identificato il primo gene responsabile del cancro. L’anno seguente il primo prodotto dell’ingegneria genetica: l’insulina umana. Nel 1978 pimo trapianto di geni tra mammiferi, e quattro anni dopo l’insulina umana artificiale e’ il primo farmaco ottenuto con le biotecnologie. nel 1983 il biochimico Kary Mullis mette a punto la Pcr (reazione a catena della polimerasi), tecnica che permette di moltiplicare numerosissime volte frammenti di Dna. nel 1985 la tecnica delle impronte genetiche (Dna fingerprinting), determina i segni genetici distintivi di ogni individuo. Contemporaneamente  identificato il primo gene di una malattia ereditaria cioè la fibrosi cistica.

1986: parte in tutto il mondo il Progetto genoma umano

1988: primo brevetto di un animale transgenico, l’oncotopo
1991: primo trapianto di geni su una bambina colpita da un deficit immunologico ereditario
1992: primo intervento di terapia genica anticancro
1996: identificati primi geni responsabili dello sviluppo del cervello
1996: scoperto il gene della malattia di Werner, che provoca l’invecchiamento precoce
1997: la terapia genica viene utilizzata con successo per far ricrescere vasi sanguigni, creando by-pass naturali
1999: scoperto il gene supervisore che separa la testa dal tronco
1999: identificato il cosiddetto gene della longevita’, il primo del genere scoperto nei mammiferi. Si chiama P66shc ed e’ coinvolto nel controllo della durata della vita
2000: presentata la mappa completa del genoma umano, in aprile dall’azienda privata Celera, di Craig Venter, e in giugno dal consorzio internazionale pubblico
2000: decifrato per la prima volta il genoma di una pianta, la Arabidopsis thaliana
2001: la sequenza completa del genoma umano viene pubblicata on line

Prima vita in laboratorio

2002: Craig Venter annuncia di voler costruire in laboratorio una forma di vita artificiale modificando il batterio Mycoplasma genitalium
2002: completata la mappa genetica del topo
2003: mappa del cromosoma maschile Y
2004: decifrato il cromosoma più lungo, il 5
2005: mappa del cromosoma X
2007: primo cromosoma sintetico, ottenuta da Craig Venter
2008: in Gran Bretagna via libera alla ricerca su embrioni ibridi uomo-animale
2010: nell’istituto di Venter viene costruita in laboratorio la prima cellula artificiale