Sinusite

Con il termine generico di sinusite si definisce un processo infiammatorio, acuto o cronico, a carico dei seni paranasali. Tra queste strutture, la più rilevante dal punto di vista volumetrico è costituita dal seno mascellare.
L’agente eziologico, come accennato in precedenza, è comunemente di tipo infettivo: virus, batteri o miceti, soprattutto del genere Aspergillus.
L’infiammazione sinusale può derivare da un’infezione apicale – interessante un premolare o un primo molare – che si estenda fino a coinvolgere il pavimento antrale.

Sinusite del seno mascellare

sinusite del seno mascellare

Patologia senza dolore

Una problematica di questo tipo tende a presentarsi a seguito di lesioni passate inosservate e silenti dal punto di vista del dolore. Ciò può essere facilmente prevenuto con il periodico controllo odontoiatrico cui il paziente dovrebbe sottoporsi con regolarità.
Un’altra causa di infezione è costituita dalle comunicazioni oro-antrali a seguito dell’estrazione di uno degli elementi sopra citati, le radici dei quali aggettano nel seno.
Più complicato il trattamento di patologie da corpo estraneo: nel caso in cui, ad esempio, un dente o un suo frammento apicale venga dislocato accidentalmente nel seno, è chiaro che l’infezione, qualora si presenti, difficilmente potrà risolversi pienamente senza la rimozione dello stesso elemento.

radiografia sinusite mascellare

radiografia di sinusite del seno mascellare

Cosa fare?

In conclusione, possiamo dire che la sinusite antrale a base odontogena è una complicanza importante e ha la peculiarità di non essere legata necessariamente a pratiche di tipo chirurgico. L’odontoiatra dovrà conoscere al meglio la semiotica e padroneggiare i protocolli risolutivi.
La terapia, di norma, è chirurgica con antibiotico-terapia di copertura ed accompagnamento.