Protocolli operativi

Per la salute del paziente: esistono dei protocolli operativi e sono molto rigidi. Alla fine di ogni intervento il personale esegue varie procedure per assicurare la disinfezione e la  sterilizzazione di tutti degli strumenti utilizzati. Si tratta di protocolli molto rigidi atti a decontaminare ogni possibile residuo.

Inoltre al paziente che si siede in poltrona, mettiamo a disposizione materiale monouso, e un kit di strumenti imbustati, sigillati, con un indicatore di sterilizzazione. Come pure imbustati e sigillati saranno i manipoli i trapani e gli strumenti  per l’ultrasuono.

Salute del paziente : sterilizzazione strumenti

prendersi cura del paziente

Sterilizzazione

in termini tecnici si chiama “controllo delle infezioni crociate”, e significa controllo del passaggio di infezioni da un paziente all’altro. Questo è fondamentale per la salute del paziente. Nella quotidiana attività odontoiatrica questo controllo è fondamentale, soprattutto perché la cavità orale può essere una fonte importante di contaminazione a causa dell’alta carica microbica presente nella saliva. Alcuni strumenti sono monouso. Il bicchiere, la cannuccia aspirasaliva, il tovagliolo o i guanti in lattice vengono sostituiti al termine di ogni visita, ma tutti gli altri strumenti devono essere sterilizzati e testati.

disinfezione e sterilizzazione in odontoiatria

igienizzazione studio dentistico

Da bambini

e spesso anche da adulti, la visita dal dentista è vista come una specie di tortura. Alzi la mano chi, al rumore del trapano o all’idea di mettersi su quella poltrona, non ha storto il naso. Oppure ha avuto una fitta alla pancia.

Anche l’odontoiatria, come la medicina in generale, ha però fatto dei passi da gigante negli ultimi tempi. Ciò per eliminare quasi del tutto i fastidi e la paura del paziente. La centralità di quest’ultimo, sempre più informato in una relazione comunicativa più stretta col dentista, è fondamentale. La sempre maggiore mini-invasività degli interventi sono i principali fattori positivi nel controllo dell'”ansia da poltrona”. Così, il laser fa sparire il rumore e le vibrazioni del trapano. L’aromaterapia e la cromoterapia favoriscono il rilassamento. La sedazione cosciente ed altri innovativi strumenti consentono innumerevoli vantaggi e benefici. Insomma lo studio dentistico, da “sala delle torture” asettica, diventa moderno e accogliente, una sorta di “spa del dente”