Cos’è questa cisti della mucosa orale

 

caratterizzata da un accumulo di secrezione mucosa da qui il nome di mucocele . Esso è simile ad una bolla piena di liquido denso, limpido e filante.

Questa patologia può originare in varie sedi: nella maggior parte dei casi, questa lesione risulta evidente nel cavo orale. Però si può osservare anche nell’appendice, nella colecisti, nelle cavità paranasali e in altri distretti del corpo.

Il mucocele è una lesione di reazione e non infettiva, ripiena di liquido/fluido mucoso, che si manifesta con un aumento di volume della mucosa. Questo rigonfiamento appare, quindi, come una cisti o un nodulo soffice e fluttuante.

L’insorgenza del mucocele può essere favorita da varie situazioni, quali, ad esempio:

– Traumi locali come mordersi le labbra o la guancia, piercing, rottura accidentale di una ghiandola salivare ecc.
– Infiammazioni.
– Malformazioni congenite.
– Tumori.

mucocele

mucocele

Mucocele gh. salivare o ranula

mucocele gh. salivare

Se si trova nella ghiandola salivare è chiamato ranula

Quando il mucocele si manifesta nel pavimento orale, in seguito ad ostruzione del dotto escretore di una ghiandola salivare minore,  viene chiamato ranula.

quali esami sono indicati?

Nel percorso volto ad accertare la natura del mucocele, risulta particolarmente utile la diagnostica per immagini.

La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica sono utili per individuare il mucocele nelle sue sedi. Inoltre consente di definire le sue caratteristiche.
L’ecografia è utilizzabile nell’addome, nel collo o in altri distretti che non presentano uno sbarramento osseo.
Per confermare il sospetto, infine, è indicato l’esame istologico successivo alla biopsia o all’escissione della lesione.

mucocele: trattamento chirurgico

mucocele rimozione chirurgica

Mucocele : sutura post chirurgica

mucocele : sutura

Trattamento del mucocele

Il mucocele può risolversi autonomamente, in quanto la formazione cistica tende a riassorbirsi in modo spontaneo o va incontro alla rottura. Qualora fosse necessaria, viene indicata una terapia chirurgica, volta all’asportazione della lesione o allo svuotamento della cavità.

Nella maggior parte dei casi, però, si rende necessaria l’aspirazione del contenuto del mucocele (opzione che non garantisce la risoluzione completa) o l’escissione chirurgica in toto dello stesso.